DONIZETTI - Lucrezia Borgia, riduzione per canto e pianoforte [it]
DONIZETTI - Lucrezia Borgia, riduzione per canto e pianoforte [it]
DONIZETTI - Lucrezia Borgia, riduzione per canto e pianoforte [it]
DONIZETTI - Lucrezia Borgia, riduzione per canto e pianoforte [it]

DONIZETTI - Lucrezia Borgia, riduzione per canto e pianoforte [it]

Prezzo regolare $40.53 Salva Liquid error (snippets/product-template line 131): Computation results in '-Infinity'%
/
IVA inclusa. Le spese di spedizione vengono calcolate alla cassa.

DONIZETTI - Lucrezia Borgia, riduzione per canto e pianoforte • Testo italiano

Luci e ombre, fasto e violenza, brindisi e veleni: il 26 dicembre 1833, la Scala di Milano inaugurò la stagione di Carnevale con Lucrezia Borgia. opera tratta dall'omonimo dramma di Victor Hugo. Donizetti riuscì a vincere le titubanze del librettista Romani che temeva gli ostacoli della censura nei confronti di un soggetto che vedeva come protagonista la figlia di un papa e, per di più, che lasciava trapelare l'ombra di un incesto. Ma dal testo di Hugo vennero fatte cadere le molte invettive contro Roma e i riferimenti ai torbidi rapporti fra il papa, Lucrezia e suo fratello Cesare per ampliare invece il tema della sua tenera affezione per il figlio Gennaro. E questa la vivida nota sentimentale di una vicenda ambientata in un clima di festa popolata da maschere, fino all'agghiacciante brindisi "coi cataletti" che, nonostante la riscrittura di più equilibrata misura rispetto al testo di Hugo, riesce a destare "un effetto nuovo di emozioni da far rabbrividire". Superata dunque la censura, l'opera ebbe un felice successo (36 repliche), ma per maggior tranquillità Romani antepose un "Avvertimento" al libretto in cui giustificava il suo operato e soprattutto spiegava le difficoltà affrontate per trasformare in opera per musica un vasto dramma in prosa.