CLAUDIO ORAZI (cur.) - Un Ponte di musica / A Musical bridge - Bongiovanni Musica

CLAUDIO ORAZI (cur.) - Un Ponte di musica / A Musical bridge

Regular price €20,00 Save Liquid error (product-template line 131): -Infinity%
/
Tax included. Shipping calculated at checkout.

Itinerari dell'Opera italiana in America // Traces of Italian opera in America

a cura di // edited by Claudio Orazi

testo italiano / inglese // Italian and English text 

con saggi e testimonianze di // with essays and contributions by Claudio Orazi, Paolo D'Achille, Barbara Faedda, Francesco Zimei, Emanuele Senici, Marco Targa, Ignazio Macchiarella, Frank Alfieri e Martin Scorsese

dal sommario // from the contents: 

  • Claudio Orazi:  «E l’Opera Italiana ancor trionferà!»  // “And Italian Opera triumphs again!”
  • Paolo D’Achille:  I libretti d’opera come veicolo per la diffusione dell’italiano nel mondo // Opera librettos as a vehicle for the dissemination of Italian in the world
  • Barbara Faedda:  Lorenzo Da Ponte e l’élite culturale newyorkese // Lorenzo Da Ponte and the New York Cultural Élite
  • Francesco Zimei: Lorenzo Da Ponte e L’ape musicale di New York, opera-manifesto della missione culturale italiana in America // Lorenzo Da Ponte and New York’s L’ape musicale, opera-manifesto of the Italian cultural mission in America
  • Emanuele Senici: Puccini e la nuova frontiera: La fanciulla del West tra Italia e California // Puccini and the new frontier: La fanciulla del West between Italy and California
  • Marco Targa: Musica dal Nuovo Mondo. Ottorino Respighi negli States // Music from the New World. Ottorino Respighi in the States
  • Ignazio Macchiarella: «Che siam tutti fratelli ci mostrò». Costruzioni identitarie ne Lo schiavo di Gomes // “Che siam tutti fratelli ci mostrò”. Building identities in Lo schiavo by Gomes
  • Frank Alfieri: Un incontro, un progetto, un desiderio // A meeting, a project, a desire
  • Martin Scorsese:  «L’America nella sua accezione migliore» // “America at its very best”

A pochi passi dall’incrocio dove, ogni giorno, decine di migliaia di newyorkesi transitano verso Brooklyn imboccando il ponte che dal 1883 unisce Manhattan alla terraferma, oltre mezzo secolo prima Lorenzo Da Ponte gettò un Ponte di portata transoceanica che tuttora collega gli Stati Uniti alla nostra Patria sulle ali dorate del belcanto. La valorizzazione di questo percorso, culminata due anni fa con il recupero della prima opera italiana concepita in terra d’America – il pasticcio L’ape musicaleIv dello stesso Da Ponte –, costituisce il manifesto dell’itinerario progettuale che, sotto la sovrintendenza di Claudio Orazi, la Fondazione Teatro Lirico di Cagliari ha intrapreso nell’ambito del progetto di internazionalizzazione promosso dalla Regione Sardegna, con il sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dell’Unione Europea (programma dell’Anno Europeo dei Beni Culturali). Di qui l’idea di un volume che riunisse protagonisti e autorevoli studiosi in una riflessione a tutto tondo sui significati e le valenze di questo Ponte di Musica e sulla sua funzione, decisiva nell’affermazione internazionale della lingua e della cultura italiana.

A few steps from the crossroads where tens of thousands of New-Yorkers daily walk over to Brooklyn on the bridge that, since 1883, unites Manhattan with the mainland, over half a century earlier Lorenzo Da Ponte created a Bridge of trans-oceanic dimensions that still connects the United States to our Fatherland on the golden wings of belcanto. The enhancement of this path culminated two years ago with the revival of the first Italian Opera ever conceived in America – the pastiche L’ape musicaleIv by Da Ponte himself – and itself constitutes the manifesto of the cultural program that, under the management of Claudio Orazi, the Fondazione Teatro Lirico of Cagliari has initiated as part of the internationalization project promoted by the Sardinia Region Council, with the support of the Italian Ministero per i Beni e le Attività Culturali and the European Union (program of the European Year of Cultural Heritage). Hence the idea of a volume that would unite protagonists and authoritative scholars in an all-round reflection on the meanings and relevance of this Bridge of Music and its crucial role in the international affirmation of the Italian language and culture.

160 pagine // pages