Emilio Renzi • Songs, Werther, L'Arlesiana - Bongiovanni Musica

Emilio Renzi • Songs, Werther, L'Arlesiana

Regular price €17,50 Save Liquid error (product-template line 131): Computation results to '-Infinity'%
/
Tax included. Shipping calculated at checkout.


Scrivimi (E. Frati-G. Raimondo)
Un giorno ti dirò (U. Bertini-G. Kramer)
Tornerai (N. Rastelli-D. Olivieri)
Dove e quando?
Non sei più la mia bambina (A. Bracchi-G. D’Anzi)
Terra lontana (B. Cherubini-C.A. Bixio)
Ultimo bolero (B. Cherubini-A. Fragna) dal film Voce senza volto
Bandiere al vento con Coro
Vincere! con Coro
Adesso viene il bello con la Corale “G. Verdi”
Camerata Richard (A. Simonini-F.A. De Torres-M. Ruccione)
Ciao ciao bel soldatin (F. Apolloni-G. Militello)
La sagra di Giarabub (F.A. De Torres-Simeoni)
Vieni sul mar!... (anonimo)
Maria Mari’ (V. Russo-E. Di Capua)
Mattinata (R. Leoncavallo)
Ritorna
Confidenze (E. De Leva-P.A. Tirindelli) con violino, violoncello e pianoforte
Piccolo nido
Non t’amo più (C. Errico-F.P. Tosti) con violino, violoncello e pianoforte
Malia (F.P. Tosti) reg. 1970 circa
Tristezza (F.P. Tosti) reg. 1970 circa
WERTHER: Ah! Non mi ridestar reg. 1970 circa
L’ARLESIANA: È la solita storia del pastore reg. 1970 circa

 

"Vero fenomeno discografico degli anni '30-'40, il nome di Emilio RENZI è noto solo agli appassionati di lirica (incise la prima opera completa CETRA - Norma - diretto da Gino Marinuzzi).
Molto più noto è lo pseudonimo col quale esplose nel campo discografico della musica leggera nello stesso periodo, ossia ALDO VISCONTI: incise centinaia di canzoni (tutte riportate nella discografia inclusa nella rivista insieme alla biografia - l'unica esistente - e alla dettagliatissima cronologia teatrale. Anche questo è l'unico CD dedicato a Renzi/Visconti disponibile sul mercato.
Nato a Faenza nel 1908 da povera famiglia contadina e scopertosi ben presto il dono del canto, può coltivarlo e studiare grazie ad una colletta organizzata proprio per questo scopo da amici appassionati. Il debutto è coronato da successo, e la sua voce giovane, “lunga” quanto basta per figurare al meglio nelle romanze liriche più popolari, comincia ad essere conosciuta dai pubblici dei teatri dapprima di provincia, ma poi - e abbastanza sollecitamemnte – anche da quelli più importanti.
Il disco a 78 giri comincia a diffondere la sua voce all’inizio degli anni Trenta: quasi da subito vero fenomeno discografico degli anni '30-'40 il nome di Emilio RENZI diventa noto non solo agli appassionati di lirica (prese parte all’incisione della prima opera completa su dischi a 78 giri CETRA - iri CETRA - Norma - diretto da Gino Marinuzzi), perché molto più popolare è lo pseudonimo col quale invece “esplose” (e mai una parola fu più appropriata)  nel campo discografico della musica leggera nello stesso periodo, ossia ALDO VISCONTI: incise centinaia di canzoni, tutte riportate nella discografia inclusa nella rivista insieme alla biografia - l'unica esistente - e alla dettagliatissima cronologia teatrale. Anche questo è l'unico CD dedicato a Renzi/Visconti disponibile sul mercato. Le registrazioni includono arie d'opera e una serie di canzoni tra le quali una ricca serie di quelle cosiddette "di regime", delle quali fu con Francesco Albanese il vessillifero discografico. Si sa che nel settore operistico la sua unica incisione da protagonista è quella di Fenton nel verdiano Falstaff: nel nostro CD sono presenti alcune altre arie da opere che Renzi registrò dopo il suo ritiro dalla carriera, tutte di grande interesse." (Maurizio Tiberi - TIMA Club)