DONIZETTI • La Favorite

DONIZETTI • La Favorite

Prezzo regolare €33,20 Salva Liquid error (product-template line 131): -Infinity%
/
IVA inclusa. Le spese di spedizione vengono calcolate alla cassa.

LA FAVORITA [in francese]

Léonor de Guzman • Veronica Simeoni
Fernand • Celso Albelo
Alphonse XI  • Mattia Olivieri
Balthazar • Ugo Guagliardo
Don Gaspar • Manuel Amati
Inès • Francesca Longari
Un Seigneur • Leonardo Sgroi

Orchestra and Chorus of Maggio Musicale Fiorentino
Fabio Luisi

Registrazione dal vivo 

Colore, 156 minuti
Sottotitoli: Italian, English, French, German, Japanese, Korean


"Fabio  Luisi realizza una direzione studiata e accuratissima (impeccabili i concertati) che fin dall’ouverture si segnala anche per le sofisticate sottolineature delle peculiarità strumentali di questo Donizetti francese. Quanto al cast l’attesa maggiore era per la Leonor di Veronica Simeoni, un mese fa protagonista della famosa Carmen con carrozzoni rom e maschicidio, stavolta alle prese con un ruolo così diverso in cui ha fatto valere il suo elegante fraseggio anche in assenza di una grande energia. Ancor più ci è piaciuto il Fernand vocalmente e stilisticamente perfetto di Celso Albelo, ma la vera sorpresa è stato il giovane baritono Mattia Olivieri, Alphonse potente quanto seducente. Segnaliamo anche l’aggraziata Ines di Francesca Longari."



"Veronica Simeoni torna a Firenze a breve distanza dalla discussa (per motivi registici) Carmen, che pure la vide protagonista. La sua è una vocalità preziosa, anche se non opulenta, dal bel colore che si apprezza particolarmente nei cantabili e dalla buona estensione, dove solo le note estreme della gamma la mettono in relativa difficoltà, pur evidenziando il gusto - che caratterizza tutto il suo modo di porgere - di non aprire mai i suoni in basso. (...) Non è una sorpresa che Celso Albelo canti bene, ma il suo Fernand meraviglia per la raggiunta maturità di esecutore e interprete. La voce naturalmente sfogata in acuto degli esordi si è evoluta in un più omogeneo strumento da tenore lirico, che riesce a sfumare il do diesis dell'aria di entrata e mette in mostra legato e controllo del fiato da manuale. (...) Bella rivelazione il giovane baritono Mattia Olivieri, dal timbro naturalmente scuro che fa il paio con il volume consistente e la bella figura, caratteristiche che gli consentono di disegnare un Alphonse XI di rilievo, in una recita condotta con sicurezza crescente dal punto di vista esecutivo ed espressivo."

Potrebbe piacerti anche