Il Mito dell'Opera - MARIO DEL MONACO RARITIES - Bongiovanni Musica

Il Mito dell'Opera - MARIO DEL MONACO RARITIES

Prezzo regolare €9,79 Salva Liquid error (product-template line 131): Computation results to '-Infinity'%
/
IVA inclusa. Le spese di spedizione vengono calcolate alla cassa.

Mario del Monaco

Questa interessantissima antologia presenta del Monaco in tre diverse fasi della sua carriera: i primi anni '50 in cui il tenore con la sua voce poteva fare qualsiasi cosa (tranne forse cantare un brano impegnativo come "Che gelida manina" in tono, cfr. n. 7). La fase successiva è quella di transizione in cui la voce diventò più pesante, forse un po' più limitata nell’estensione. Dopo questa seconda fase, del Monaco si specializzò nel repertorio spinto e robusto (1954-56). Successivamente, del Monaco evitò il più possibile parti con un'alta tessitura, aggiunse Siegmund al suo repertorio teatrale e incluse pezzi da baritono come "Largo al factotum" e il prologo dei Pagliacci (n. 18). I brani da La Bohème e La Fanciulla del West sono vere rarità. La Bohème non è quella in circolazione del 1950 con Bechi - questa è del 1951 con Piero Guelfi nel ruolo di Marcello. Nella Fanciulla, concede il bis dell’aria del terzo atto (n. 16). Le registrazioni del 1954 confermano quanto detto sopra: il centro della voce di Del Monaco è diventato più pronunciato. Lo Chénier del 1954 è meraviglioso, eroico ed elegante. Tosca, d'altra parte, mostra un del Monaco in leggera difficoltà risultando calante in "La vita mi costasse" e la "Vittoria" - due brani che sono comunque molto impressionanti. Infine, i Pagliacci di Rio dove del Monaco esegue anche il prologo (qui posizionato proprio prima dell’atto II). Il pubblico lo premia con una tempestosa ovazione nonostante qualche problema di intonazione. Del Monaco provò la stessa acrobazia un anno dopo a Napoli, ma qui il pubblico voleva ascoltare il baritono Afro Poli. Il tenore, invece di un'ovazione, suscitò il coro “Poli-Poli-Poli”.

ANDREA CHENIER (con A. de Cavalieri - Napoli 1954)
01. Un dì all'azzurro
02. Credo a una possanza arcana
03. Ecco l'altare... Ora soave
04. Sì fui soldato
05. Come un bel dì di maggio
06. Vicino a te

LA BOHÈME (con P. Guelfi, Napoli 1951)
07. Che gelida manina
08. Questa è Mimì
09. Marcello finalmente
10. O Mimì tu più non torni

TOSCA (con M. Caniglia, G. G. Guelfi - Napoli 1954)
11. Recondita armonia
12. Qual occhio al mondo
13. La vita mi costasse
14. Vittoria, vittoria!
15. E lucevan le stelle

16. LA FANCIULLA DEL WEST Ch'ella mi creda (con bis - Napoli 1951)

PAGLIACCI (Rio de Janeiro 1956)
17. Recitar... Vesti la giubba
18. Si può?
19. No, pagliaccio non son

Registrazioni dal vivo.